6 Nazioni, la Scozia fa sua la Calcutta Cup: cronaca ed highlights



Parte subito forte la Scozia che cerca di sorprendere l'Inghilterra dopo due minuti di gioco i padroni di casa conquistano una punizione che Greig Laidlaw piazza tra i pali e primo vantaggio del match. Padroni di casa che insistono, rubano un ovale all’Inghilterra, risalgono il campo grazie a un altro fallo degli ospiti. Scozia che sfonda più volte con i suoi trequarti, ma alla fine l’Inghilterra si salva. Calci tattici da entrambe le parti, fino a quando Stuart Hogg accelera e Scozia che torna ad attaccare. Al 14’, però, è l’Inghilterra a trovare tre punti dalla piazzola con Farrell. Reagisce alla grande la Scozia un minuto dopo. Maul avanzante scozzese, vantaggio, un calcetto nel traffico e in qualche modo raccoglie Huw Jones e meta per la Scozia. Ancora una volta è Farrell a rispondere dalla piazzola e si va verso la fine del primo quarto sul 10-6 per la Scozia. Fatica l’Inghilterra a costruire azioni realmente pericolose, mentre la Scozia è concentrata in difesa e riparte velocemente. Prova ad alzare il ritmo la squadra ospite, ma è nuovamente la Scozia a trovare la fiammata alla mezz’ora, lunghissima corsa sull’ala di Huw Jones, poi palla che si sposta da destra a sinistra e Sean Maitland che si tuffa all’altezza della bandierina e seconda meta per i padroni di casa. L’Inghilterra ora deve cambiare ritmo, prova a spingere sull’acceleratore, ma ancora una volta l’indisciplina ferma i campioni in carica palla in mano e Scozia che si salva ancora una volta. Non solo, perché al 38’ un Huw Jones in stato di grazia fa il buco, sorprende ancora una volta la difesa inglese e va per la seconda volta in meta, terza per la Scozia. Inizia forte l’Inghilterra nella ripresa, la Scozia però ruba due volte l’ovale nonostante un calcetto suicida di Stuart Hogg e si salva. Non si salva al 44’, quando è Owen Farrell a infilarsi sul passaggio di Care e vola fino in fondo per la prima meta inglese che riapre i giochi. Al 47’ rischia grosso la Scozia con Care che intercetta l’ovale, ma c’era un fuorigioco e padroni di casa che evitano una meta ormai certa. La Scozia però non alza bandiera bianca e, anzi, si rende nuovamente pericolosa, con gli inglesi spesso troppo fallosi. Al 54’ va in meta l’Inghilterra con un contrattacco devastante, ma il TMO annulla per un avanti sul placcaggio subito dalla Scozia e nulla di fatto. Al 56’ fiammata nuovamente della Scozia, ma arriva l’avanti e occasione persa. Si entra così nell’ultimo quarto di gioco con la Scozia che ha ancora nove punti da difendere e può anche mirare al punto di bonus offensivo per rientrare in piena corsa per il titolo, mentre l’Inghilterra è chiamata a vincere per non far scappare via l’Irlanda in classifica. Ma l’Inghilterra fatica a sfondare, passando i minuti e la Scozia trova sempre più coraggio e convinzione nei suoi mezzi. Troppo fallosi gli inglesi, prima con Itoje e poi con Underhill e Scozia che ringrazia e risale il campo, mentre Underhill prende anche il cartellino giallo per placcaggio di sola spalla. E dalla piazzola arrivano tre punti per la Scozia e +12. Si entra negli ultimi 10 minuti con l’Inghilterra che si butta disperatamente in attacco, ma sbaglia troppo e spreca ancora un’occasione. Insistono gli ospiti, difende guardando all’orologio la Scozia, ospiti che sono obbligati a risalire tutto il campo senza usare il piede. Inghilterra che entra nei 22 scozzesi a due minuti dalla fine, Farrell che salva un ovale che sembra già perso, ma scozzesi che riescono a obbligare al tenuto gli avversari e match che finisce qui.



M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.