Antonio Rizzi passa alle Zebre: l'ex azzurrino firma fino al 30 giugno 2022



È Antonio Rizzi il primo innesto di mercato delle Zebre. Nato a Trieste il 5 gennaio 1998, il giovane regista ha firmato un contratto con la franchigia federale con sede a Parma fino al 30 giugno 2022.


L’ingresso del trequarti 22enne in squadra garantirà continuità al positivo progetto tecnico di crescita dei migliori giovani italiani e di sviluppo della società.


“Sono molto felice e soddisfatto di entrare a far parte delle Zebre – dichiara Antonio Rizzi, di ruolo apertura –. Negli ultimi due anni a Treviso ho fatto tanta esperienza e mi sono trovato benissimo con i compagni di squadra e lo staff, ma avevo bisogno di trovare degli stimoli in più. Parlando con coach Bradley ho percepito molta fiducia da parte sua ed una grande volontà di avermi in squadra. Adesso sta a me dimostrare il mio vero valore in campo! Già lo scorso gennaio ero entrato a far parte del giro della Nazionale ed è stata un’emozione fortissima; spero di riuscire a fare delle buone prestazioni con le Zebre per guadagnarmi un’altra chiamata in Azzurro che, per un giovane come me, è sicuramente il riconoscimento più importante!”.


Contestualmente all’arrivo dell’atleta giuliano a Parma, lo Zebre Rugby Club saluta Edoardo Padovani, il quale ha firmato un contratto col Benetton Rugby fino al 30 giugno 2022.


Le parole del team manager dello Zebre Rugby Club Andrea De Rossi: “E’ uno scambio che avviene nella più grande serenità e con un accordo di intesa da entrambe le parti. Siamo ovviamente dispiaciuti per Padovani, ma capiamo che la sua era una scelta di vita e gli auguriamo tutto il meglio visti gli ottimi rapporti che ha sempre avuto con il club. La decisione di puntare su Rizzi rientra invece nell’ambito del progetto tecnico condiviso con lo staff della Nazionale nel dare spazio ai giovani talenti del rugby italiano. E’ infatti un giocatore che si è guadagnato la maglia dell’U20, che ha saputo ritagliarsi uno spazio col Benetton Rugby e che ha fatto anche parte del gruppo della nazionale maggiore, a dimostrazione del suo valore”.


Antonio Rizzi lascia dopo due stagioni la formazione trevigiana dopo aver totalizzato 24 presenze, 5 mete e 62 punti con la maglia dei leoni.


La carriera del 22enne comincia nelle giovanili della Leonorso Rugby Udine e proseguirà poi al MoglianoRugby, club con cui si laureerà Campione d’Italia U18 nel 2015/16. In quello stesso anno il trequarti triestino partecipa da vicecapitano all’Europeo U18 a Cardiff e al Sei Nazioni U20, esordendo il 12 febbraio 2016 allo Stadio Romolo Pacifici di San Donà di Piave nel 2° turno del torneo contro l’Inghilterra.


La stagione successiva lo vedrà nuovamente protagonista con la maglia degli Azzurrini, questa volta al Sei Nazioni 2017 e al Mondiale di categoria in Georgia, chiuso dall’Italia ad un uno storico ottavo posto.


Giocatore solido, cresciuto nelle percentuali dalla piazzola e nella gestione del gioco, nel 2017/18 Rizzi passa al Petrarca Rugby, prendendo parte nuovamente al Sei Nazioni U20 e al Mondiale di categoria in Francia e vincendo anche il massimo campionato italiano al termine della stagione. Dopo aver collezionato 12 presenze e 45 punti col club padovano tra campionato e Continental Shield, il n° 10 è approdato a Treviso.

In campo contro le Zebre nell’amichevole del 24 agosto 2018 a Treviso e in quella del 20 settembre 2019 a Parma, l’ex Azzurrino ha già preso parte ai raduni della Nazionale maggiore nel corso del Sei Nazioni 2020, senza però debuttare col gruppo di Bigi e compagni.


fonte@ZebreRugbyClub



305 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.