CHAMPIONS CUP: BENETTON-BATH 28-47



Treviso. "Abbiamo messo il cuore e dimostrato tutto ciò che volevamo ma disciplina e possesso palla ci sono mancati". Queste le parole di coach Crowley al termine di un match durissimo per i Leoni di Treviso contro Bath che si aggiundica la gara segnando 7 mete.

La 3/4 inglese ha sfaldato la linea difensiva biancoverde in più occasioni, facendo sfoggio di un brillante footwork e immensa forza con le perfomances di Watson, Joseph, e il mediano d'apertura Burns. Degno di nota la meta di forza del tallonatore Tom Dunn, autore della prima meta biancoblu.

Cronaca. Il Benetton schiera dal primo minuto questa formazione: McKinley, Sperandio, Benvenuti, Sgabri, Ioane, Allan, Gori, Quaglio, Baravalle, Riccioni, Herbst, Budd, Douglas, Negri, Barbieri. A disposizione: Faiva, Di Marchi, Ferrari, Ruzza, Zanni, Bronzini, Steyn, Iannone, mentre il Bath decide di scendere in campo con il seguente XV: Watson, Banahan, Joseph, Tapuai, Brewers, Burns, Fotuali'i, Paz, Dunn, Thomas, Philip, Stooke, Garvey, Underhill, Mercer. A disposizione: Van Vuuren, Auterac, Sam Nixon, Charteris, Grant, Allinson, Lewis, Wilson. Nei primi cinque minuti il Benetton carica nei 22 gli avversari, senza però oltrepassare la difesa. Al 9' fallo in ruck da parte dei padroni di casa, ed il calcio di punizione che l'arbitro assegnato al Bath non viene sfruttato. Benetton riprende palla, ma non riesce comunque ad andare oltre la difesa avversaria. Al 11' seconda mischia nei pressi della linea di metà campo, introduzione per i biancoverdi, dai cui sviluppi si passa per un pallone aperto sulla seconda linea d'attacco con Sperandio che calcia per se' stesso, scavalca la difesa e va oltre la linea di meta avversaria. tutto questo al 13'. Allan trasforma ed il risultato si porta sul 7-0. Al 15' arriva la risposta del XV avversario, con una meta da maul, realizzata da Dunn, trasformata da Burns, pareggiando momentaneamente i conti sul 7-7. Al 19' mischia sui 22 con introduzione inglese. Al 22' gli ospiti si portano in vantaggio con una seconda meta tecnica da maul, 7-14 il parziale. Al 28' spettacolare azione di Joseph, autore di un grabber che da vita ad una touche sui 5 metri di Treviso. Da lì la finalizzazione vincente per gli inglesi è semplice, perché giocano il pallone fino al largo dove Banahan, finalizza con la meta, trasformata da Burns. Si allarga il divario con il risultato che si porta sul 21 a 7 per gli inglesi a 10 minuti dalla fine del primo tempo. Nel giro di due minuti gli ospiti vanno nuovamente in meta con Tapuai, che trova grandi varchi nella difesa e ne approfitta. La meta viene trasformata ancora da Burns. 28-7 il parziale. Al 34' primi cambi per il Benetton: Barbieri esce ed entra Steyn, poi esce Riccioni ed entra Ferrari. Allo scadere del primo tempo Joseph trova praterie in area ed oltrepassa la linea di meta. Burns trasforma e si va negli spogliatoi sul punteggio di 35-7 per il Bath.

Nella ripresa, sostituiti all'inizio per il Benetton Quaglio, Baravalle, Herbst, entrati rispettivamente Faiva, De Marchi, Zanni. E nel secondo tempo la musica, per i biancoverdi, cambia decisamente. Al 4' infatti il team trevigiano accorcia le distanze con una meta di Negri, trasformata da Allan. Punteggio che si aggiorna sul 14-35. Non tarda ad arrivare una nuova meta dei padroni di casa. Al 6', infatti, è Benvenuti ad oltrepassare, dopo una gran corsa, bevendosi tutta la difesa, la linea di meta, che viene poi trasformata da Allan. E le distanze si accorciano 21-35. Nel frattempo entrano forze fresche in campo. Per il Bath esce Paz Noguera ed entra Auterac, tutto questo al 9'. Altro cambio per il Benetton : al 13' esce capitan Budd ed entra Ruzza. Al 20' Bath realizza un'ulteriore meta da maul, autore il giovane Mercer, trasformata da Burns, portando il punteggio a 21-42. Al 22' sostituzione per il Benetton: esce Gori ed entra Bronzini. Continua la girandola dei cambi: per i padroni di casa esce Negri ed entra Iannone. Va sottolineato che nella seconda parte del match, a parte le prime due fiammate dei biancoverdi, gli inglesi sono sempre rimasti nel territorio dei padroni di casa. Altre sostituzioni: al 34' per Bath escono Dunn, Thomas, Fotuali'i e Banahan, al loro posto rispettivamente Van Vuuren, Nixon, Allinson e Wilson. Al 36' esce Burns ed entra Lewis. L' Heineken Man of the Match dell'incontro è il numero 2 del Bath, Tom Dunn. Al 37' ulteriore meta per gli ospiti, nata da una touche sui cinque metri del Benetton e conseguente maul avanzante. Autore è Charteris, non trasformata, ed il punteggio si regola sul 21-47. Allo scadere del tempo regolamentare, il direttore di gara, dopo aver chiesto il TMO, assegna la meta al Benetton, realizzata da Ioane e trasformata da posizione non facile da Allan. Il Match si conclude sul risultato definitivo di 28-47.


0 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.