Champions Cup: il primo capitolo dei Leoni


Domani pomeriggio il Benetton Rugby è impegnato al Recreation Ground contro i padroni di casa del Bath Rugby.


Inizia domani pomeriggio una nuova avventura per i Leoni biancoverdi che oggi hanno lasciato Treviso per Bath convinti delle loro capacità e desiderosi di dare il massimo al loro esordio in questa nuova edizione di Champions Cup dove fronteggeranno, nel girone 5, alcune fra le squadre più forti a livello europeo: Bath, Tolone e Scarlets.

Il Bath Rugby Club è alla sua quarta vittoria stagionale in Premiership, di sei incontri disputati, e solamente alla sua seconda in casa: lo scorso weekend ha vinto contro i Worcester Warriors 29-13 segnando due mete in meno di dieci minuti e conquistando tutti i punti al piede grazie a Freddie Burns. Sarà proprio la sua assenza a pesare di più al club inglese domani durante il match d'esordio contro i veneti. Il 27enne, mediano d'apertura, 5 caps con l'Inghilterra, cresciuto nella Beechen Cliff School a Bath, ha militato nel Gloucester, poi nei Leicester Tigers e proprio da li ha fatto a cambio di posto con George Ford questa estate per arrivare al Bath. Oggi è colpevole di un brutto placcaggio ai danni di Josh Adams durante il match di Premiership contro Worcester, ne quale stava debuttando, e resterà perciò lontano dal campo da gioco per tre settimane perdendo non solo la gara con Treviso e con gli Scarlets, ma anche quella contro i rivali di sempre di Gloucester, il 28 ottobre.

In assenza di Burns, e dell'infortunato Rhys Priestland, la maglia n.10 andrà al 25enne gallese Josh Lewis, protagonista degli ultimi 17 minuti giocati contro Worcester al posto del centro australiano Ben Tapuai uscito per infortunio alla testa.

In totale, lo staff tecnico del Bath Rugby ha optato per cinque cambi al team titolare dello scorso weekend. Ai centri Max Clark prende la maglia n.12 per Tapuai mentre resta Jonathan Joseph al n13 -il 26enne di Derby, 16 mete con la maglia della nazionale inglese in 33 gare, non è ancora stato chiamato da Eddie Jones per i raduni in preparazione ai test di novembre, e con la possibilità di poter scegliere tra Daly, Tinder, Te'o e Slade la competizione è alta, decide quindi di concentrarsi nel campionato con Bath. Nick Auterac sostituisce Beno Obano a pilone sinistro e affiancherà il tallonatore di giornata Tom Dunn, mentre Luke Charteris, ripresosi dalla concussion, prende posto in seconda linea vicino a Charlie Ewels; la terza linea è dinamica e di livello con Zach Marcer, la giovanissima promessa Sam Underhill e Taulupe Faletau. Mediana Cook-Lewis, infine per il triangolo allargato: Brew, Rokoduguni e Watson. Panchina di qualità sulla quale sederà Francois Louw, tornato in forma dopo aver disputato due dei test con il Sud Africa per il Rugby Championship.

Per quanto riguarda i Leoni, ancora due infortuni importanti che aggiungono i nomi di Marco Barbini e Marty Banks alla lunga lista degli indisponibili. Il terza linea, in seguito ad uno scontro di gioco, ha riportato un trauma acromion-claveare alla spalla destra. L'apertura neozelandese invece ha una distorsione alla caviglia sinistra e una forte contusione alle costole con interessamento del tessuto cartilagineo. Per la sfida di domani contro Bath coach Crowley ha scelto un team di giocatori composto da ben nove convocati ai test internazionali di novembre, tra i quali spicca il nome dell'apertura irlandese Ian McKinley che conquista la sua prima chiamata in maglia azzurra: in Italia dal 2012, nel suo primo anno di Eccellenza mette a segno 148 punti in 18 incontri con la maglia del Viadana mentre con il Benetton Rugby, dal 2016, ha collezionato 32 presenze e un totale di 104 punti.

La linea di tre quarti ad estremo vedrà Luca Sperandio al posto di un acciaccato Jayden Hayward. Il triangolo allargato si comporrà poi delle ali Angelo Esposito e Tommaso Benvenuti. I centri saranno Ignacio Brex e capitan Alberto Sgarbi che vestiranno rispettivamente le maglie 13 e 12. Numero 10 Ian McKinley e mediana affidata a Giorgio Bronzini. Nel pacchetto di mischia mancheranno il capitano Dean Budd e Braam Steyn che lasciano rispettivamente spazio a Federico Ruzza, in seconda affiancato da Marco Fuser, e a Francesco Minto in terza linea con il compagno di reparto Sebastian Negri; chiude il pacchetto degli avanti il numero 8 Robert Barbieri. Confermata invece la prima linea composta da Federico Zani, Luca Bigi e Simone Ferrari. In panchina troveranno spazio il terza linea Nasi Manu, per la prima volta in stagione, e il giovane Andrea Bronzini, proveniente dal Viadana, entrambi pronti per l'esordio stagionale.

Calcio d'inizio domani pomeriggio alle ore 18:30, nessuna diretta tv in Italia della sfida.

#BENETTON #bath #bathrugby #england #championscup

0 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.