Guinness Pro14: cosa ci aspetta nel round 6



Il round 5 del Guinness Pro14 è stato il palcoscenico del primo set di grandi derby di questa stagione 2018/19 e, come sempre, non ha deluso le aspettative di nessuno. Il Munster ha messo bene in chiaro le sue intenzioni per il campionato con una vittoria record contro Ulster, mentre il Leinster ha prevalso su un Connnacht ben determinato. I due vincitori si incontreranno proprio questo sabato all’Aviva Stadium di Dublino per quello che si conferma essere sempre uno degli scontri più entusiasmanti della stagione.

Nel round 6 succederà di tutto. Accesa e feroce rivalità, abbinamenti interessanti tra le squadre e la sicurezza di un gran bel display di mete per concludere la prima parte del Guinness Pro14, prima della finestra del Championship della prossima settimana.

Friday Nights Lights

Si comincia questo venerdì sera con tre gare consecutive, la prima vedrà Edimburgo ospitare in casa propria i Toyota Cheetahs al BT Murrayfield.

Con solo una vittoria su quattro alle spalle, il team di Richard Cockerill torna in carreggiata grazie alla risicata vittoria, del weekend scorso, 31-30 sul Benetton Rugby, riuscendo però ben poco a contenere gli italiani nella seconda parte del match e aggrappandosi con fiducia all’accuratezza del piede di Simon Hickey. Nel frattempo i Cheetahs hanno visto la prima vittoria in campionato scomparire davanti i loro occhi, quando le mete di Olly Robinson e Lloyd Williams hanno riportato in vantaggio i padroni di casa Cardiff Blues chiudendo il match 24-21. Edimburgo e Cheetahs si sono incontrati soltanto una volta fino ad ora, quando i sudafricani hanno battuto gli scozzesi 33-13 a Bloemfontein la scorsa stagione.

Il secondo match di venerdì sera impegnerà le Zebre fuori casa contro i Glasgow Warriors al Scotstoun Stadium. Gli ospiti hanno sofferto una sola inaspettata sconfitta in questi primi cinque round, quella contro i Southern Kings a Port Elizabeth 38-28, rifacendosi però il weekend scorso davanti il pubblico amico contro i Dragons 29-13. Guidano adesso la Conference A con 20 punti frutto di 4 successi ed una sola sconfitta.

Il team di Dave Rennie, campione del PRO14 nel 2015, imbattuto nel torneo da oltre un anno sul campo di casa, ha vinto tutti i 12 precedenti incontri contro le Zebre, incluse due vittorie dominanti la scorsa stagione (68-7 a casa e 40-20 al Lanfranchi). Le Zebre arrivano alla partita di stasera dopo la sconfitta interna di sabato scorso contro gli Ospreys ed occupano il sesto posto a 10 punti. Per la sfida di stasera, lo staff tecnico diretto da coach Michael Bradley ha deciso per otto cambi rispetto l’ultima gara. Esordio assoluto con la maglia bianconera per l’ala figiana Balekana e per il sudafricano Brummer alla prima da titolare in mediana al fianco di Violi.

Questo venerdì pieno d’azione culminerà con il primo derby irlandese del weekend tra Connacht e Ulster al Kingspan Stadium, con gli uomini di Andy Friend alla ricerca della loro prima vittoria a Belfast dal novembre 1960.

Nonostante un promettente inizio di stagione, che ha incluso tre vittorie e un pareggio, l’Ulster ha subito una delle più grandi sconfitte di sempre lo scorso weekend a Limerick. Gli uomini di Dan McFarlands non vedono l’ora di rifarsi contro Connacht, il quale ha reso il gioco molto facile, la scorsa settimana, ai campioni in carica del Leinster spingendoli in cima alla Conference B.

Saturday Night Fever

La giornata di sabato si aprirà con la battaglia tra Scarlets e Ospreys al Parc y Scarlets.

Finalisti sconfitti della passata stagione, gli Scarlets hanno vinto tre degli ultimi cinque incontri e occupano il secondo posto nella Conference B, con alle spalle le sconfitte contro Connacht e Ulster.

La sola sconfitta degli Ospreys questa stagione è stata il 49-13 contro Munster nel round 3 ma vantano la recente vittoria fuori casa contro le Zebre, 22-8 a Parma.

Gli Scarlets invece detengono un record formidabile di 24 vittorie consecutive nelle sfide disputate sul campo di casa, e le nove sfide vinte contro i compagni gallesi nel torneo.

L’altro derby gallese del sabato vedrà i Dragons impegnati nella caccia di una terza vittoria, su ormai quasi sei incontri, quando ospiteranno al Rodney Parade i Cardiff Blues.

Cardiff conta lo stesso numero di vittorie e sconfitte dei Dragons, due su tre, ma i suoi punti di bonus delle prime gare gli conferiscono il quarto posto nella Conference A con 13 punti; i Dragons sono sesti con 9 nella Con.B. I Blues vantano più turnover di tutti al momento grazie a Ellis Jenkins (8), mentre nessuno ha corso più metri dell’ala dei Dragons Jordan Williams (425).

Dopo tre sconfitte consecutive, Cardiff sta proteggendo una striscia positiva di due vittorie, mentre i Dragons cercano di porre fine alla loro negativa di 21 sconfitte contro compagni gallesi.

La sera del sabato verrà animata dall’incontro tra Benetton Rugby e Southern Kings allo Stadio Comunale di Monigo a Treviso. Il team di coach Crowley cercherà di rifarsi dall’amara sconfitta contro Edimburgo, dove la tripletta di Luca Sperandio (MoM) non è riuscita a cambiare l’esito dell’incontro, perso di un solo punto.

Sono adesso tre le sconfitte consecutive del team di Treviso, la peggiore striscia dal dicembre scorso, ma lo storico contro i sudafricani li vede vincenti su tutti e tre i precedenti incontri, mentre i Kings non hanno ancora mai vinto fuori casa nel torneo.

I riflettori di sabato però sono già tutti puntati sul derby principe di questo torneo, quello tra i campioni incarica del Leinster, leader della Conference B, e i loro acerrimi rivali del Munster all’Aviva Stadium di Dublino. Entrambe le squadre si affacciano al Round 6 con due vittorie, ben diverse alle spalle. Il Leinster ha battuto un agguerrito e determinato Connacht 20-3 mentre il Munster ha inflitto nove mete ad un esausto Ulster 64-7.

Le due squadre si sono incontrate 34 volte, 21 delle quali ha prevalso il Leinster.

Quella di domani sarà una partita memorabile per alcuni irlandesi di Leinster: Rob Kearney che raggiungerà quota 200cap per il club, debuttante nel settembre 2005 contro Ospreys; Luke McGrath, nominato in panchina, che potrebbe raggiungere quota 100; infine Devin Toner che diventerà il terzo giocatore di Leinster detentore di più caps con 222, nel reparto delle seconde linee.

GUINNESS PRO14 - ROUND 6

Venerdì 5 ottobre:

-Edimburgo (5° Con B) v Toyota Cheetahs (7° Con A), Murrayfield

-Glasgow Warriors (1° Con A) v Zebre (6° Con B), Scotstoun Stadium

-Ulster (3° Con B) v Connacht (5° Con A), Kingspan Stadium

Sabato 6 ottobre

-Scarlets (2° Con B) v Ospreys (2° Con A), Parc y Scarlets

-Dragons (6°, Con B) v Cardiff Blues (4° Con A), Rodney Parade

-Leinster (1° Con B) v Munster (3° Con B), Aviva Stadium

-Bentton Rugby (4° Con B) v Isuzu Southern Kings (7° Con B), Stadio di Monigo

Top Point Scorers

Sam Davies (Ospreys) 57

Gareth Anscombe (Cardiff Blues) 49

Jack Carty (Connacht) 49

John Cooney (Ulster) 44

Tommaso Allan (Benetton) 42

Top Try Scores

Jamison Gibson-Park (Leinster) 3

Rhys Marshall (Munster) 3

Luca Sperandio (Benetton Rugby) 3

Braam Steyn (Benetton Rugby) 3

Justin Tipuric (Ospreys) 3

DTH van der Merwe (G. Warriors) 3

Offloads

Mattia Bellini (Zebre) 10

Tom Farrell (Connacht) 10

Stuart McCloskey (Ulster) 10

Placcaggi

Bobby de Wee (Southern Kings) 77

Sebastian Negri (Benetton Rugby) 65

Andisa Ntsila (Southern Kings) 61

Touche rubate

Tadhg Beirne (Munster) 4

Scott Fardy (Leinster) 3

Braam Steyn (Benetton Rugby) 3

George Biagi (Zebre) 3

Alun Wyn Jones (Ospreys) 3

#guinnesspro14 #Benetton #Zebre #leinster #Munster

1 visualizzazione

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.