I commenti su Rovigo-Calvisano. 'Brutta partita. Bersaglieri male in touche. Calvisano ha giocat



Molte pagine dei giornali in edicola oggi sono state dedicate alla seconda semifinale di andata dei playoff scudetto che si è giocata ieri. Su Bresciaoggi c'è scritto: "Il Calvisano limita i danni ma perde il primo round". Al Battaglini una semifinale di andata poco spettacolare e molto equilibrata. Un errore nel finale regala ai bersaglieri la punizione della vittoria. Tra sette giorni al Pata Stadium da recuperare un gap di tre punti. Vengono anche riportati i pareri di alcuni protagonisti. "Ho detto ai regazzi che non dobbiamo abbassare la guardia - commenta Massimo Brunello, tecnico del Calvisano -, e che dobbiamo trasformare questa sconfitta in una lezione. Oggi abbiamo giocato male". E per Chiesa: "Serve più grinta". La Gazzetta dello Sport di Milano: "Calvisano Stop". I ragazzi di coach Brunello possono puntare sul fattore campo nel ritorno di domenica. Nell'edizione nazionale del Gazzettino: "La difesa e un muro. Il Rovigo di misura". Per la prima volta in stagione riesce a non far segnare mete al Calvisano e vince la semifinale d'andata con i calci piazzati. "Spionaggio" in touche: 8 rubate ai rossoblù. Nell'articolo Ivan Malfatto spiega come i padroni di casa abbiano annullato i punti di forza, sul fatto che qualcuno abbia commentato in tribuna che grazie ad uno "spionaggio" il Calvisano sapesse le chiamate della touche rodigine, e che il TMO non sia sempre stato utilizzato a dovere in tutti i casi. La parte locale titola con le parole di MacDonnel: "Bersaglieri disastrosi in touche. Abbiamo gettato alle ortiche ottime occasioni ai cinque metri". Il presidente Azzi: "Squadra troppo nervosa". Brunello se la prende con l'arbitro: "Mi pesa il calcio finale". E poi purtroppo si è costretti a parlare di un infortunio accompagnato da un episodio antisportivo da parte di un tifoso: "Dramma Ruffolo, crack al ginocchio". Dopo 30' infortunio alla gamba per la quale era stato fermo 6 mesi. Mani nei capelli dei compagni, lacrime dei tifosi rossoblù, vergogna per quello calvino che urla 'finiscilo". Il Resto del Carlino, edizione di Rovigo. "Mantelli d'oro". L'apertura rossoblù segna tutti i 12 punti e decide il primo round. "Femi CZ, vai così. Un piccolo passo verso la finale". Nessuna meta. Decidono i piazzati di Mantelli che segna tutti e 12 i punti. La Femi Cz vince la gara d'andata 12-9. Domenica prossima a Calvisano è in programma il match di ritorno. Ruffolo, dalla gioia al dramma. Crack al ginocchio: stagione finita. I presidenti Gavazzi e Azzi: "Gara nervosa". Delusione per lo spettacolo offerto in campo dalle due squadre. McDonnell: "Problemi in touche", Brunello: "Abbiamo fatto troppi errori". Il ritorno di domenica sarà un'altra dura battaglia. La Voce di Rovigo: "Rovigo ci crede. Primo round ai Bersaglieri". Nessuna meta nel match d'andata: tutti i punti vengono siglati da Mantelli. Brunello e Morelli: "Una brutta partita ci rifaremo al ritorno". McDonnell: "Troppi sbagli", il coach: "A Calvisano non potremo commettere simili errori". Infine, la Voce di Rovigo dedica un intero articolo al caso del giorno. "Tifoso minacciato di morte", il gesto vergognoso di alcuni supporter gialloneri. Il Giorno - Sport: "Il Calvisano riacciuffa tre volte il Rovigo, poi arriva la beffa". Tuttosport: "Playoff Eccellenza - Rovigo non perdona".


0 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.