Le Fiamme Oro tentano di violare il Pacifici di San Donà



Ultimo impegno in trasferta della regular season per le Fiamme che, domani, si giocheranno le ultime carte per accedere alla fase finale del campionato allo stadio “Pacifici” di San Donà di Piave.

La matematica ancora non ha emesso il proprio verdetto e il XV della Polizia di Stato è chiamato ad una prova ardua, un match senza appelli da “dentro o fuori”, per recuperare il divario con i veneti che, nello scontro diretto, partono con un vantaggio in classifica di ben cinque punti.

Dunque, l’unico risultato possibile per i cremisi sarà quello di una vittoria, possibilmente con bonus, per poi giocarsi tutto all’ultima giornata nel derby casalingo con la Lazio.

A Ponte Galeria, durante la settimana, lo staff tecnico e la squadra hanno lavorato a fondo per preparare il match, così come conferma il capitano Mirko Amenta: «Abbiamo lavorato molto durante la scorsa settimana per preparare questo match, consapevoli che contro il San Donà ci giochiamo l’intera stagione. Certo, guardando il percorso fatto finora, qualche recriminazione per punti lasciati per strada in partite pienamente alla nostra portata, c’è di certo. Ma ora siamo tutti concentrati sui prossimi 160 minuti e il primo scoglio da affrontare non è certo dei più facili, perché i veneti sono in un ottimo periodo di forma, ma finchè l’arbitro non fischierà la fine della partita, noi lotteremo di certo su ogni pallone, cercando di raggiungere il nostro obiettivo. Noi ci crediamo ancora».

Per quanto riguarda il XV titolare che scenderà in campo sabato, coach Guidi e il suo staff dovranno fare i conti con alcune assenze, come Emiliano Caffini e Giuseppe Di Stefano che non saranno della partita. In prima linea dal primo minuto ci sarà Niccolò Zago a pilone sinistro, con l’altro pilone George Iacob e il tallonatore Alain Moriconi, mentre in seconda Matteo Cornelli farà reparto con Davide Fragnito; la coppia di flanker sarà composta da Jacopo Bianchi e Filippo Cristiano, con capitan Mirko Amenta a numero 8; in cabina di regia torna Filippo Buscema all’apertura, insieme a Simone Parisotto mediano di mischia; a centri ci saranno Matteo Gabbianelli e Roberto Quartaroli, mentre il triangolo allargato sarà formato da Andrea Bacchetti, Michele Sepe e Chauncy Edwardson a estremo. In panchina andranno Fabio Cocivera, Adriano Daniele, Stefano Iovenitti, Giovanni Licata, Simone Favaro, Guido Calabrese, Luca Roden e Giovanni Massaro.

Arbitrerà l’incontro il signor Giuseppe Vivarini, con gli assistenti, Spadoni e Giacomini, e il quarto uomo Lazzarini.

La probabile formazione

Edwardson; Sepe, Quartaroli, Gabbianelli, Bacchetti; Buscema, Parisotto; Amenta (cap.), Cristiano, Bianchi; Cornelli, Fragnito; Iacob, Moriconi, Zago

A disposizione: Daniele, Cocivera, Iovenitti, Licata, Favaro, Calabrese, Roden, Massaro


0 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.