ROUND 5: FACING THE GIANTS.


Primi nelle rispettive Conferences, i Glasgow Warriors accolgono i Leoni allo Scotstoun Stadium mentre l'Ulster di Les Kiss arriva al Lanfranchi di Parma.


Zebre-Ulster.

Gli spettatori stavano ancora cercando il proprio posto sugli spalti quando Stuart McCloskey ha segnato la prima meta al secondo minuto di quella che è stata la schiacciante vittoria dell'Ulster sui Dragons, 52 a 25 nel Round 4 al Kingspam Stadium. Il risultato non è mai stato in dubbio, 5 mete nel primo tempo e altre 3 nel secondo (una di punizione). Gli irlandesi hanno giocato con tempo ed energia: il numero 8 Nick Timoney ha segnato due volte, Piutau si è ripreso dall'infortunio di inizio stagione e, nonostante il suo nome non compaia sullo scoresheet, ha contribuito alla vittoria della propria squadra creando numerosi varchi nella difesa gallese.

La sconfitta del Leinster contro i Cheethas a Bloemfontein ha visto la provincia nord irlandese scavalcare i suoi vicini di casa per restare sola in cima alla Conference B, gli uomini di Les Kiss sono al momento gli unici mai sconfitti nella propria pool. Scalando la vetta le aspettative aumentano, Les Kiss e lo staff tecnico ritengono che la squadra stia superando tutte le sfide brillantemente ma non c'è da abbassare la guardia durante il viaggio di questo weekend in Italia.

Non ci sarà Marcell Coetzee a Parma, il flanker ha saltato le vittorie contro Scarlets e Dragons a causa di un problema al ginocchio e sarebbe dovuto rientrare proprio per la data italiana ma il coach della mischia Aaron Dundon è del parere che il giocatore sudafricano non sia ancora pronto. Ritorna però Jean Deysel dopo un infortunio all'occhio mentre Christian Leali'ifano e John Cooney sono in forse. Salta questo round Payne e anche il capitano dell'Irlanda Rory Best, per lui uno stop di almeno 5 settimane a causa di un infortunio al polpaccio.

Per quanto riguarda la franchigia italiana del Nord-Ovest, si prospetta un altro impegno entusiasmante. Dopo l'esperienza in Sud Africa la squadra è rientrata a Parma più consolidata, carica e affamata di nuovi successi. Il grande lavoro svolto da coach Bradley mostra già i primi importanti risultati, e le statistiche lo confermano.

Ecco alcuni numeri: 155 sono i metri percorsi da Matteo Minozzi nella sfida di sabato, niente mete per lui ma è stata cruciale la sua grande capacità di bucare la difesa; 20 carries del capitano bianconero Tommaso Castello, secondo solo a Dave Haffernan con 27, 6 turnover vinti in stagione, quasi vicino al suo rivale in merito Tadhg Beirne degli Scarltes a quota 11. I ducali comandano la classifica delle touche rubate, breaks, offload, numero di difensori battuti e metri guadagnati (2016). Giammarioli a 8 -migliore in campo sabato scorso- e Licata,Confermati Minozzi ad estremo, sulle ali Bisegni e Bellini, in meta sette giorni fa, la coppia ai centri Castello e Boni, in mediana Canna e Violi. Il pacchetto di mischia bianconero sarà composto in terza linea dai giovanissimi insieme a Meyer; in prima linea Fabiani tra Chistolini e Lovotti, mentre in seconda Sisi e Biagi.

Tutto pronto dunque per il difficile match di domani pomeriggio, ore 15:35, al Sergio Lanfranchi.

Glasgow-Benetton.

Questa sera i Leoni sono pronti a fare il loro ingresso nell'imponente fortezza dello Scotstoun Stadium di Glasgow.

Gli scozzesi vogliono il 3/3 a casa propria, e il 5/5 a livello stagionale. Rendere il proprio stadio impenetrabile è stato il main focus della squadra in fase di preparazione quest'anno, ha dichiarato l'assistente del coach Kenny Murray. Il ritmo di gioco degli scozzesi è alto, le vittorie contro gli Ospreys e il Munster, al comando del coach Dave Rennie, sono l'esempio di un inizio stagione più che brillante. "Contro gli uomini di Crowley non dovremo mai abbassare la guardia, sono fisici e molto intelligenti nel muovere la palla. Rispetto molto il lavoro che Crowley sta svolgendo con Treviso" commenta Rennie in vista del match di questa sera. I famelici Leoni, ambiziosi e determinati, leader per mischie vinte con propria introduzione, alla ricerca di una terza vittoria consecutiva, si scontreranno contro una squadra brutale, specie in difesa. Il possesso gestito sempre al meglio, molti turnover (sono 28 in totale da inizio stagione), tutti ben utilizzati, touche veloci ed efficaci come nel caso della meta della giovanissima seconda linea Scott Cummings: parecchi carries e grande leadership in touche.

Per la gara di questa sera sono 9 i cambi nella formazione scozzese rispetto all'ultimo incontro di GuinnessPro14. Grandi assenti Leonardo Sarto e Finn Russell autore di 17 punti dalla piazzola nel match contro Munster; grande debutto in casa per Tommy Seymour.

Crowley schiera dal primo minuto la nuova mediana Marty Banks e Tito Tebaldi, Cherif Traore in prima linea insieme al tallonatore Luca Bigi e Simone Ferrari; a seconda Marco Fuser, man of the match contro gli Ospreys, affiancato dal capitano Dean Budd: terza linea formata dai flanker Sebastian Negri, Abraham Steyn e Marco Barbini a numero 8. Linea dei trequarti composta da Jayden Hayward come estremo, sulle ali Angelo Esposito ed Luca Sperandio; ai centri Tommaso Benvenuti farà coppia con Alberto Sgarbi.

Calcio d'inizio ore 19:35 locali allo Scotstoun.

#italia #BENETTON #ZEBRE #guinnesspro14 #glasgowwarriors #ulster

0 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.