U18s Six Nation Festival: l'Italia batte l'Inghilterra 32-30



L’Arms Park di Cardiff diventa teatro di una delle più prestigiose affermazioni nella storia del rugby giovanile italiano: in uno degli impianti simbolo del rugby gallese ed europeo l’Italia U18 di Mattia Dolcetto ha superato questo pomeriggio i pari età dell’Inghilterra per 32-30 nella seconda giornata del 6 Nations Festival.

Dopo la sconfitta allo scadere contro l’Irlanda nel turno inaugurale del Torneo gli Azzurrini hanno reagito nel migliore dei modi, dominando la prima frazione di gioco contro il XV della Rosa, chiusa in vantaggio per 14-3.

Nella ripresa l’Italia ha faticato maggiormente a mantenere il controllo del match, permettendo agli inglesi di ridurre il divario ma conservando sempre il vantaggio nel punteggio, sino al fischio finale: “Abbiamo faticato, soprattutto mentalmente, ad amministrare il vantaggio del primo tempo” ha commentato a fine gara il capo allenatore dell’Italia U18, Mattia Dolcetto “ma spirito e mentalità sono stati quelli corretti per tutti i settanta minuti di gioco. Anche nei momenti più complessi della gara la squadra ha saputo reagire e ribattere alle marcature inglesi, senza abbattersi dopo alcuni errori commessi. Credo sia questo il segnale più importante, sono felice per la squadra, che meritava la vittoria dopo il passo falso contro l’Irlanda, dove avevamo concretizzato poco rispetto a quanto costruito”

Ora gli Azzurrini, che in stagione hanno superato la Francia a Badia Polesine in febbraio prima dello stop contro l’Irlanda e del successo di oggi, concluderanno il 6 Nazioni scendendo nuovamente in campo all’Arms Park contro i padroni di casa del Galles.


0 visualizzazioni

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.