6 Nazioni, Finale! Italia-Inghilterra 15-46

4/2/2018

 

Si conclude con una sonora sconfitta la partita giocata questo pomeriggio all'Olimpico. Gli italiani sono riusciti a resistere sino al 65', poi la panchina inglese ha fatto la differenza, ampliando il margine tra le due formazioni. Queste le statistiche:

falli fatti 11-9, passaggi 151-122, offload 7-1, placcaggi 87/16-152/12, touche 8/0-11/0, mischie 4/2-4/0, possesso 56%-44%.

 

Secondo tempo

 

80' per l'Italia esce Boni e rientra Castello.

 

77' va a valanga l'Inghilterra in questi ultimi minuti, con il numero 23 Hayword, il quale realizza una meta non trasformata da Farrell. 15-46

 

75' meta dell'Inghilterra con il numero 8 Simmonds che si beve tutta la difesa italiana. Meta trasformata poi da Farrell. 15-41

 

Watson eletto Man of the Match.

 

72' pallone recuperato dagli italiani con Boni che cerca di involarsi ma viene placcato.

 

69' Il numero 12 trasfroma la meta. 15-34.

 

68' meta dell'Inghilterra con Ford. 15-32. Azione da parte degli inglesi in posizione centrale con una serie di passaggi, pallone che arriva al primo centro, il quale supera la linea difensiva italiana, passaggio di quest'ultimo al mediano di apertura che va in meta quasi vicino ai pali.

 

67' touche rubata dagli italiani. Successiva liberazione degli azzurri.

 

66' maul da parte degli inglesi sulla seguente touche, però è calcio contro perché gli italiani sono entrati lateralmente.

 

66' dalla successiva mischia, rotazione irregolare della medesima e calcio di punizione a favore dell'Inghilterra.

 

64' Zanni trattiene il pallone e quindi calcio a favore dell'Inghilterra. Pallone che poi non esce e successivamente c'è un in avanti a favore dell'Italia.

 

63' entra Gori ed esce Violi per l'Italia.

 

61' esce Budd ed entra Biagi per l'Italia.

 

59' Allan non trasforma la meta. Troppo chiusa la traiettoria, che non centra i pali.

 

58' il numero 11 Bellini va in meta ma ancora una volta l'arbitro chiede il TMO. Meta confermata, 15-27. Prima meta per Bellini dopo 9 match giocati per l'Italia. L'ala azzurra sfrutta un bel passaggio sulla sinistra che gli permette di involarsi e di trovare altri 5 punti per gli azzurri.

 

57' fallo guadagnato dall'Italia nei 5 metri avversari. Rimessa laterale di Bigi e cassaforte dell'Italia.

 

54' sostituzioni per l'Italia: entrano Bigi e Pasquali, escono Ghiraldini e Ferrari.

 

52' Italia 10 Inghilterra 27. Meta del numero 8 Simomds, trasformata dal numero 12. Il tutto nasce da una touche nella quale la terza linea inglese trova subito spazio.

 

52' ancora un fallo a favore degli inglesi che tornano nei 22 metri italiani. E' Budd che commette un'irregolarità su una touche avversaria.

 

50' Mbandà entra al posto di Giammarioli per l'Italia.

 

50' Boni in meta, però il direttore di gara chiede il TMO. Infatti si verifica che c'è un in avanti sul passaggio di Allan su Boni, quindi meta annullata.

 

49' azione alla mano da parte degli italiani che sono vicini all'area di meta avversaria.

 

48' calcio piazzato degli inglesi con Farrell che vanno a trovare altri 3 punti.

 

47' mischia italiana sui 5 metri che viene vinta dagli inglesi.

 

46' l'arbitro ravvisa comunque un precedente in avanti da parte degli inglesi sull'ultimo passaggio.

 

46' per un soffio l'Inghilterra non trova la meta ancora con il numero 14 Watson.

 

45' entrata laterale fallosa da parte dell'Italia con l'Inghilterra che ora ha una touche all'interno dei 22 metri azzurri.

 

44' gioco al piede usato molto dalle due squadre.

 

44' bel gesto di Ghilardini che evita che il pallone andasse in touche nella trequarti difensiva italiana.

 

41' fallo da parte di Ghiraldini e punizione da parte dell'Inghilterra che ora è nella metà campo italiana.

 

17.04 è iniziata la ripresa, con la sostituzione, per l'Italia, di Lovotti ed è entrato il numero 17 Quaglio.

 

17.03 calcio d'inizio che sarà dato da Allan. Nel  frattempo è rientrata anche l'Inghilterra.

 

17.02 gli azzurri stanno rientrando in campo.

 

Primo tempo

 

Le statistiche alla fine del primo tempo:

Falli fatti 4-6, passaggi 84-89, offload 4-1, placcaggi 53/11-87/4, touche 5/0-6/0, mischie 1/1-2/0, possesso 56%-44%.

 

41' calcio libero dalla mischia a favore dell'Italia e si chiude qui il primo tempo con il risultato a favore di 10-17.

 

40' c'è un in avanti degli inglesi con l'Italia che può quindi giocare una mischia chiusa per concludere in maniera positiva questo primo tempo.

 

39' L'Italia decide di andare ai pali con Tommaso Allan che li centra. 10-17.

 

38' l'Italia guadagna un fallo per mani in ruck.

 

37' azione da parte dell'Italia all'altezza dei 5 metri inglese partendo da un fallo di fuorigioco da parte degli inglesi. Serie di fasi degli italiani con gli inglesi che commettono un altro fallo.

 

36' altra touche a favore dell'Italia nei 22 metri dell'Inghilterra ed altra cassaforte tentata dagli italiani che poi giocano il pallone.

 

34' Budd trattiene l'avversario e l'Inghilterra guadagna fallo. Discussione tra l'arbitro francese ed il capitano italiano Parisse.

 

33' touche dell'Italia che prova una cassaforte ma gli inglesi la portano fuori dal campo, e quindi guadagnano il lancio di una touche.

 

32' altro calcio di punizione guadagnato dall'Italia per un non rilascio dell'ovale in un raggruppamento, e così gli italiani arrivano a 10 metri dalla linea di meta inglese con una touche.

 

31' calcio di punizione dai propri 22 metri da parte dell'Italia, che così torna nella metà campo avversaria.

 

30' varie fasi dell'Inghilterra però poi il numero 5 Itoje trattiene il pallone in maniera fallosa. Gioco fermo per un infortunio ad un giocatore inglese.

 

26' Italia 7 Inghilterra 17. Meta realizzata dal numero 12 inglese Farrell il quale poi trasforma. Bell'azione da parte degli inglesi con il primo centro che filtra sulla linea dfiensiva azzurra e quasi centralmente va in meta.

 

24' c'è un in avanti sulla linea dei 22 metri da parte degli azzurri.

 

22' Tommaso Allan prova a trasformare la meta e ci riesce. 7-10 il risultato parziale.

 

20' Italia 5 Inghilterra 10. Meta degli italiani realizzata dal numero 14 Benvenuti.

 

19' bell'azione alla mano degli italiani che riescono quasi ad andare sulla linea dei 5 metri inglese. Gioco alla mano centrale da parte degli azzurri, Allan trova libero sulla destra Benvenuti che in velocità va in meta.

 

17' fallo in touche dell'Italia, ovale che torna a favore degli inglesi, ma grazie ad un'ottima difesa c'è un turnover con recupero da parte degli azzurri sulla linea mediana.

 

16' dopo 7 fasi, calcio di Allan che manda in touche la palla. Rimessa laterale a favore degli inglesi all'altezza dei 20 metri.

 

15' calcio di punizione a favore dell'Italia per un fallo in raggruppamento da parte del XV in maglia bianca. Touche a favore dell'Italia che, anche se con difficoltà, mantiene il possesso dell'ovale all'interno della metà campo inglese.

 

12' meta non trasformata dal numero 12.

 

11' Italia 0 Inghilterra 10.  Dalla mischia chiusa partenza in velocità con gioco alla mano partendo da sinistra a destra con ancora il numero 14 che va a segnare la meta sull'angolino.

 

11' dopo diversi minuti si ricomincia con una mischia chiusa a favore dell'Inghilterra all'altezza della linea mediana.

 

Esce Youngs con i sanitari.

 

gioco interrotto per un infortunio ad un giocatore inglese, il mediano di mischia , il numero 9 Youngs che viene sostituito dal numero 21 Care. In questi primi dieci minuti si è giocato principalmente all'interno della metà campo inglese.

 

10' si lotta nella fascia centrale del campo, con palloni recuperati da una parte e dall'altra. Lotta molto dura.

 

9' dopo 14 fasi gli italiani calciano ed il pallone viene recuperato dagli inglesi.

 

8' diverse fasi nella metà campo inglese da parte degli italiani.

 

6' pallone recuperato dall'Italia che costringe gli ospiti a difendere all'interno dei propri 22 metri.

 

3' 0-5 meta dell'Inghilterra con il numero 14 Watson non trasformata dal numero 12 Farrell. Bella azione dell'Inghilterra seguente alla precedente touche da sinistra a destra con il giocatore inglese che ha spazio sull'angolino per mettere in meta.

 

2' c'è un in avanti da parte di Brown e quindi mischia chiusa a favore dell'Italia. Facciamo crollare la mischia chiusa e quindi calcio di punizione a favore degli inglesi che guadagnano terreno con una touche.

 

1' kick off da parte dei giocatori inglesi e prima gestione del pallone da parte dei giocatori azzurri.

 

ore 15.55 è il momento dell'esecuzione degli inni nazionali. Prima quello dell'Inghilterra, poi quello dell'Italia.

 

ore 15.53 le due formazioni sono pronte per entrare sul terreno di gioco dell'Olimpico. Il primo ad entrare tra gli azzurri è Zanni, che oggi raggiungerà il traguardo di 100 caps in Nazionale.


ore 15.30 Le due squadre stanno effettuando la fase di riscaldamento sul terreno dell'Olimpico, mentro lo stadio si sta riempiendo.

 

 


Davvero un bella giornata di sole a Roma. Attorno allo stadio Olimpico il consueto clima di festa tipico delle partite del 6 Nazioni.

 

 

 

 

 

I Precedenti

Quella tra Italia ed Inghilterra è la partita numero 18, vinte tutte dalla formazione che oggi sarà ospite a Roma. Complessivamente gli azzurri hanno messo a segno 20 mete, mentre gli inglesi 89. Le trasformazioni sono 11 a 67. Per quanto riguarda i calci di punizione, 29 per gli taliani, 42 per gli avversari. L'Italia ha centrato i pali con un drop per 4 volte, mentre dall'altra parte 2. Complessivamente 221 realizzati per i padroni di casa, contro i 771 dell'Inghilterra.

 

L'Italia nel 6 Nazioni

Su 90 partite giocate l'Italia ha vinto per 12 volte, un pareggio e 77 sconfitte. Il numero medio di punti a partita è 14. La vittoria più schiacciante è stato 37-17, mentre la più grossa sconfitta 23-80.

Le formazioni scelte alla vigilia

ITALIA

15 Matteo Minozzi (Zebre Rugby Club, 3 caps); 14 Tommaso Benvenuti (Benetton Rugby, 45 caps), 13 Tommaso Boni (Zebre Rugby Club, 8 caps), 12 Tommaso Castello (Zebre Rugby Club, 5 caps), 11 Mattia Bellini (Zebre Rugby Club, 8 caps);

10 Tommaso Allan (Benetton Rugby, 33 caps), 9 Marcello Violi (Zebre Rugby Club, 8 caps);

8 Sergio Parisse (Stade Francais, 129 caps) - capitano, 7 Renato Giammarioli (Zebre Rugby Club, 1 cap), 6 Sebastian Negri (Benetton Rugby, 2 caps);

5 Dean Budd (Benetton Rugby, 6 caps), 4 Alessandro Zanni (Benetton Rugby, 99 caps);

3 Simone Ferrari (Benetton Rugby, 8 caps), 2 Leonardo Ghiraldini (Stade Toulosain, 89 caps), 1 Andrea Lovotti (Zebre Rugby Club, 20 caps).
A disposizione:
16 Luca Bigi (Benetton Rugby, 6 caps)
17 Nicola Quaglio (Benetton Rugby, 2 caps)
18 Tiziano Pasquali (Benetton  Rugby, 2 caps)
19 George Biagi (Zebre Rugby Club, 19 caps)
20 Maxime Mbandà (Zebre Rugby Club, 11 caps)
21 Edoardo Gori (Benetton Rugby, 65 caps)
22 Carlo Canna (Zebre Rugby Club, 25 caps)
23 Jayden Hayward (Benetton Rugby, 3 caps)
All.:Conor O’Shea
15 Mike Brown (Harlequins 64 caps);

14 Anthony Watson (Bath Rugby 28 caps), 13 Ben Te’o (Worcester Warriors 8 caps), 12 Owen Farrell (Saracens 53 caps), 11 Jonny May (Leicester Tigers 29 caps);

10 George Ford (Leicester Tigers 40 caps), 9 Ben Youngs (Leicester Tigers 73 caps);

8 Sam Simmonds (Exeter Chiefs 3 caps), 7 Chris Robshaw (Harlequins 59 caps), 6 Courtney Lawes (Northampton Saints 61 caps);

5 Maro Itoje (Saracens 14 caps), 4 Joe Launchbury (Wasps 47 caps);

3 Dan Cole (Leicester Tigers 77 caps), 2 Dylan Hartley (Northampton Saints 89 caps) capitano, 1 Mako Vunipola (Saracens 44 caps).
A disposizione:
16 Jamie George (Saracens 20 caps)
17 Alec Hepburn (Exeter Chiefs, uncapped)
18 Harry Williams (Exeter Chiefs, 5 caps)
19 George Kruis (Saracens 21 caps)
20 Sam Underhill (Bath Rugby 3 caps)
21 Danny Care (Harlequins 76 caps)
22 Jonathan Joseph (Bath Rugby 35 caps)
23 Jack Nowell (Exeter Chiefs 23 caps)
All.:Eddie Jones

 

Arbitro: Mathieu Raynal

 

 

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.