Italseven, concluso lo stage a Roma.

9/2/2018

 

 

Una giornata primaverile ha fatto da contorno alla conclusione dello stage romano della Nazionale Italiana Seven. Gli Azzurri, guidati da Andy Vilk, hanno svolto cinque giorni di lavoro al Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti dove oltre al consueto allenamento hanno affrontato Irlanda e Inghilterra in due giornate intense di partite.

“Siamo molto soddisfatti di questo raduno – ha esordito il responsabile tecnico degli Azzurri - . Abbiamo affrontato due squadre di primissimo livello. Per proseguire il nostro cammino di crescita è fondamentale confrontarsi con i migliori. Il gruppo sta iniziando a trovare i meccanismi di gioco e i prossimi impegni a Lisbona e in Sudafrica saranno un ulteriore banco di prova per noi. E’ un punto di partenza, sia chiaro: puntiamo sempre a migliorarci”.

Gli fa eco Orazio Arancio, responsabile del Seven : “E’ stato un grande onore per noi poter ospitare Inghilterra e Irlanda per questo stage. Ringrazio tutti coloro che si sono prodigati per l’organizzazione delle partite e del sostegno che abbiamo ricevuto in questi giorni. Dal punto di vista tecnico sono d’accordo con Andy Vilk: siamo felici delle prestazioni offerte contro Irlanda e Inghilterra e ben consapevoli di dover continuare a lavorare per migliorarci sempre”.

 

(foto: sito Federugby)

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.