Continental Shield: Rovigo vince la finale di ritorno ma è Calvisano ad andare in Challenge Cup

20/4/2019

 

 

La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta vince la sfida di Continental Shield al “Battaglini” superando il Kawasaki Robot Calvisano per 30-28. I gialloneri però, per differenza punti, si aggiudicano un posto nella Challenge Cup 2019/20.

 

Parte bene Rovigo che si porta subito in attacco ottenendo al 3’ un calcio a favore, per fuorigioco del Calvisano, che Mantelli mette tra i pali per il 3-0. I gialloneri risalgono subito il campo, ottenendo al 5’ un calcio a favore: Pescetto centra i pali per il 3-3. I rossoblù non demordono e dopo una mischia dominante sui 22 avversari, aprono il gioco e Odiete vola in meta. Mantelli non trasforma, 8-0.

 

Calvisano risponde subito dalla piazzola con Pescetto per 8-6. Al 15’ Rovigo ottiene un calcio a favore dopo aver vinto un’altra mischia nei 22 avversari, Mantelli trasforma per il 11-6. Al 17’ Panceyra-Garrdio effettua un placcaggio pericoloso ai danni di Ferro e viene punito con un cartellino giallo, nonostante l’inferiorità numerica Calvisano riesce ad accorciare le distanze grazie alla precisione di Pescetto che dalla piazzola mette tra i pali il calcio del 11-9. I rossoblù non si fanno intimorire e con una bella azione al largo riescono a segnare la seconda meta con Majstorovic. Mantelli non centra i pali, 16-9. I gialloneri si portano nella metà campo del Rovigo e al 26’ ottengono un altro calcio a favore per un’entrata laterale, Pescetto porta così il risultato sul 16-12. Al 26’ i Bersaglieri hanno la possibilità di aumentare il divario ma Mantelli non centra i pali. Le squadre tornano in spogliatoio con il risultato parziale di 16-12.

 

Il secondo tempo si apre con il Calvisano che prova subito varie incursioni riuscendo a concretizzare con un calcio piazzato al 45’, sempre con Pescetto che centra i pali per il 16-15. Rovigo non demorde e dopo un drive avanzante sui 5 metri avversari, apre il gioco e Halvorsen vola in meta al 52’. Mantelli dalla piazzola porta il risultato sul 23-15. Al 63’ Calvisano ottiene un calcio a favore che sempre con Pescetto riesce a mettere tra i pali per il 23-18. I rossoblù al 68’ dopo un altro drive avanzate sui 5 metri riescono a schiacciare l’ovale oltre la linea di meta con Cioffi. Chillon centra i pali per la trasformazione del 30-18. Ancora al 71’ i gialloneri ottengono un calcio a favore che Pescetto non fallisce: 30-21. Al 83’ Calvisano supera la linea difensiva dei rossoblù andando in meta in marniera rocambolesca con Balocchi, Pescetto fissa il risultato finale sul 30-28.

 

Al termine del match queste le parole del coach Umberto Casellato: “Mi dispiace molto perché i ragazzi hanno fatto comunque una buona partita ma abbiamo preso troppe penalità. I ragazzi hanno giocato bene mettendo ritmo al match nonostante il Calvisano cercasse di abbassarlo. Abbiamo messo gli avversari in difficoltà soprattutto nella mischia e questo fa ben sperare per il futuro, ci siamo ripresi rispetto alla partita di sabato scorso contro il Verona. La touche è andata per corrente alternata, comunque loro in questa fase di gioco sono tra migliori del Campionato. Sicuramente sono la squadra da battere. Giocheremo i play off quasi sicuramente contro il Petrarca che affronteremo a testa alta. In settimana forse recupereranno anche dei giocatori dagli infortuni quindi avremo sicuramente una rosa più completa. Faccio i complimenti a Pomaro, Vecchini e gli altri ragazzi entrati dalla panchina che hanno dato anche loro un buon contributo. Faccio gli auguri di buona Pasqua a tutti i tifosi rossoblù e anche ai ragazzi, ci vediamo sabato per l’ultima gara di Campionato contro il Lafert San Donà".

 

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini" – Sabato 20.04.2019

Continental Shield, Finale di ritorno

FEMI-CZ Rovigo v Kawasaki Robot Calvisano 30-28 (16-12)

Marcatori: p.t. 3’ c.p. Mantelli (3-0), 5’ c.p. Pescetto (3-3), 7’ m. Odiete non tr. (8-3), 10’ c.p. Pescetto (8-6), 15’ c.p. Mantelli (11-6), 21’ c.p. Pescetto (11-9), 22’ m. Majstorovic non tr. (16-9), 26’ c.p. Pescetto (16-12); s.t. 45’ c.p. Pescetto (16-15), 52’ m. Halvorsen tr. Mantelli (23-15), 63’ c.p. Pescetto (23-18), 68’ m. Cioffi tr. Chillon (30-18), 71’ c.p. Pescetto (30-21), 83’ m. Balocchi tr. Pescetto (30-28).

 

FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi; Mantelli (69’ Piva), Chillon; Halvorsen (73’ Parolo), Lubian (64’ Nibert), Vian; Ferro (cap.), Cicchinelli; D’Amico (69’ Pomaro), Momberg, Brugnara (61’ Vecchini). A disposizione: Rossi, Visentin, Borin.

All. Casellato, Properzi

 

Kawasaki Robot Calvisano: Bardoli (72’ Chiesa); Bruno, Facundo-Panceyra (72’ De Santis), Lucchin, Balocchi; Pescetto, Casilio (64’ Semenzato); Koffi, Martani (53’ Manfredi), Casolari; Venditti (64’ Cavalieri), Andreotti (cap); Biancotti (55’ Leso), Morelli (64’ Luccardi), Fischetti (64’ Brarda).

All. Brunello

 

Arb. Christophe Ridley (ENG)

AA1 Adam Leal (ENG), AA2 Hamish Smales (ENG)

Quarto Uomo: Simone Boaretto (ITA)

Quinto Uomo: Marco Panin (ITA)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 3/6; Chillon 1/1; Pescetto (Kawasaki Robot Calvisano) 8/8

Cartellini: 17’ giallo a Panceyra-Garrido (Kawasaki Robot Calvisano)

Note: giornata soleggiata, con circa 23 gradi e vento assente, terreno in buone condizioni. Presenti circa 1400 spettatori.

Man of the Match: Thor Halvorsen (FEMI-CZ Rovigo)

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.