Guinness Pro14 Semifinali: la preview di Glasgow Warriors v Ulster

17/5/2019

 

L’attacco di Glasgow contro la difesa di Ulster.

Questa è una partita molto dura da analizzare, di certo se Ulster vorrà vincere dovrà rallentare di parecchio il pericoloso e imprevedibile attacco scozzese. 

 

Nonostante Leinster abbia segnato più mete di tutti nel torneo (95), le 83 marcate da Glasgow si rivelano essere altrettanto degne di nota. 

 

Glasgow, infatti, vanta più breaks e difensori battuti nelle proprie statistiche rispetto a qualsiasi altro team del Pro14, mentre il successo in ruck è secondo solo a quello del Leinster. 

 

Il lavoro di Ulster nel breakdown (al secondo posto nella classifica dei turnover dopo i Cardiff Blues) sarà dunque cruciale. Se dovessero riuscire a rallentare l’ovale di Glasgow, anche per poco, ciò permetterebbe alla linea arretrata irlandese di prendere il giusto slancio. 

 

In realtà, Ulster ha già messo in atto questa tattica, ovvero ai quarti di finale in Champions Cup quando, grazie alla sua veloce difesa, ha causato seri problemi di organizzazione ai quattro-volte-campioni europei del Leinster.

 

Il risultato è stato così impressionante che persino Tolosa, in semifinale europea contro Leinster, ha cambiato il suo piano difensivo. Una tattica che comunque non è proprio la più semplice da applicare, ma Ulster ha già dato prova di esserne molto capace. 

 

Fare pressione su Hasting

 

Se Ulster riuscirà a giocare di velocità, sfruttando i favori di Marcell Coetzee e Jordi Murphy, avrà la possibilità di intercettare e disturbare i passaggi di Hasting. Ai quarti di finale contro Connacht, Ulster si è fatto trovare impreparato più volte dai passaggi sensazionali dell’apertura Jack Carty per Matt Healy.

 

Hasting non avrà le stesse doti di distribuzione dell’ovale, ma il numero dieci dei Warriors sembra essere fatto con lo stesso stampino di Finn Russell. Tra le mura di casa dello Scotstoun, Hasting è una seria minaccia ed un playmaker molto dotato, il cui obiettivo sarà quello di eludere la terza linea dell’Ulster facendosi rincorrere su e giù per il campo. 

Per mettere un freno all’attacco scozzese, Ulster deve quindi mettere sotto pressione Hasting.

 

Il fattore McFarland

Lo scorso aprile, Glasgow ha battuto Ulster riuscendo a disfare il gioco in rimessa laterale degli irlandesi e, soprattutto, vincendo la battaglia in mischia.

 

La mischia di Glasgow, tuttavia, non è stata infallibile quest’anno, quasi nessuno ha un success rate così basso su mischie di propria introduzione; al contrario, il giovane duo di Ulster formato da Eric O’Sullivan e Ross Kane ha ben figurato proprio in quell’aspetto. 

 

In rimessa laterale, invece, toccherà alla coppia dei veterani Best e Rob Herring sistemare tutto ciò che è andato storto nell’ultima visita allo Scotstoun, così come ai quarti contro Connacht dove hanno perso 4 lanci delle proprie touche. 

 

Glasgow potrà invece contare su tre opzioni diverse in rimessa laterale, tutte pericolose: Jonny Gray, Scott Cummings e Matt Ferguson. 

 

Considerata l’esperienza scozzese, l’head coach dell’Ulster Dan McFarland dovrebbe conoscere a menadito i set pieces di Glasgow. Allora Ulster potrà affidarsi anche al suo tecnico affinché la pressione venga reindirizzata sugli avversari.

 

Le formazioni

 

Ulster ha annunciato il team che scenderà in campo domani sera contro i Glasgow Warriors allo Scotstoun Stadium per la prima Semifinale del Guinness Pro14 2018/2019

 

Il centro Darren Cave, prossimo al ritiro dal rugby giocato, farà parte della panchina. Se dovesse entrare in campo nell’attesissimo e sold-out match, il 32enne andrebbe a fare compagnia ad Andrew Trimble per il massimo delle presenze raggiunte con la maglia dell’Ulster (229).

 

Un altro traguardo importante è quello di Nick Timoney che partirà titolare in terza linea e raggiungerà le 50 presenze con Ulster

 

Rispetto ai quarti di finale contro Connacht, Jacob Stockdale Louis Ludik recuperano dai rispettivi infortuni e saranno presenti in campo dal primo minuto sul triangolo allargato insieme a Robert Baloucoune

 

Stuart McCloskey, eletto Giocatore dell’Anno di Ulster, farà coppia con Luke Marshall ai centri, mentre Billy Burns e John Cooney gestiranno la mediana. 

 

Il pacchetto di mischia resterà invariato dalla partita contro Connacht. 

Rory Best, con i gradi di capitano, guiderà il team dalla prima linea tra i giovani Eric O’Sullivan e Ross Kane

Iain Henderson e Kieran Treadwell saranno impegnati in sala macchine, sostenuti dalle terze Timoney, Jordi Murphy Marcell Coetzee

 

Michael Lowry, titolare contro Connacht, è l’unico volto nuovo in panchina. Rob HerringAndrew WarwickTom O’TooleAlan O’Connor Sean Reidy subentreranno per gli avanti, mentre David Shanahan, Cave ed il 20enne Lowry per la linea dei trequarti. 

 

 

Per quanto riguarda i Glasgow Warriors, l’ala DTH van der Merwe ritorna nel XV titolare scozzese. Il canadese internazionale ha recuperato ben quattro settimane in anticipo rispetto il tempo previsto dall’operazione alla spalla del febbraio scorso. 

 

Il capitano Callum Gibbins ritorna a guidare il team dei Warriors dopo un’assenza di due mesi, causata da un infortunio alla testa durante il match contro i Saracens di marzo. 

 

Stuart Hogg sarà presente in campo per la sua ultima partita allo Scotstoun prima di trasferirsi agli Exeter Chiefs la prossima stagione. Lo scozzese si unirà ai compagni van der Merwe e Tommy Seymour per formare il triangolo allargato.

 

Sam Johnson e il sudafricano di nascita Kyle Steyn faranno coppia in mezzo al campo per la quarta partita consecutiva, mentre Adam Hastings gestirà ancora una volta la mediana insieme all’internazionale Ali Price

 

Rob Harley a Matt Fagerson si uniranno al neozelandese Gibbins in chiusura al pacchetto di mischia; seguono in seconda linea Jonny Gray e Scott Cummings. Jamie Bhatti e Zander Fagerson partiranno titolari al fianco del tallonatore Fraser Brown per una prima linea tutta internazionale. 

 

Il pilone Oli Kebble ritorna in perfetta forma e farà parte della lista dei 23. Il flanker ventiduenne Tom Gordon, il MoM nel derby contro Edimburgo vinto per 34-10, partirà anche lui dalla panchina. 

 

Glasgow Warriors (v Ulster): Stuart Hogg; Tommy Seymour, Kyle Steyn, Sam Johnson, DTH van der Merwe; Adam Hastings, Ali Price; Jamie Bhatti, Fraser Brown, Zander Fagerson, Scott Cummings, Jonny Gray, Rob Harley, Callum Gibbins (capitano), Matt  Fagerson.

 

A disposizione: Grant Stewart, Oli Kebble, D’Arcy Rae, Ryan Wilson, Tom Gordon, George Horne, Pete Horne, Huw Jones. 

 

Ulster (v Glasgow Warriors): Jacob Sotckdale; Robert Baloucoune, Luke Marshall, Stuart McCloskey, Louis Ludik; Blly Burns, John Cooney; Eric O’Sullivan, Rory Best (capitano), Ross Kane, Iain Henderson, Kieran Treadwell, Nick Timoney, Jordi Murphy, Marcell Coetzee. 

 

A disposizione: Rob Herring, Andrew Warwick, Tom O’Toole, Alan O’Connor, Sean Reidy, David Shanahan, Michael Lowry, Darren Cave. 

 

Arb. John Lacey (IRE)

Ass: Andrew Brace, George Clancy (IRE)

TMO: Olly Hodges (IRE)

 

Top Scorers - 2018/2019 Guinness Pro14: 

Glasgow Warriors - Points: Adam Hastings 116;

Mete: George Horne 8; 

Ulster -Points: John Cooney 98;

Mete: Rob Herring 7;

 

Gli ultimi incontri tra le due squadre:

12 febbraio 2016: Ulster 13 Glasgow Warriors 10, Kingspan Stadium

25 marzo 2016: Glasgow Warriors 27  Ulster 17, Scotstoun Stadium 

23 Settembre 2016: Glasgow Warriors 17 Ulster 22, Scotstoun Stadium 

18 febbraio 2017: Ulster 37 Glasgow Warriors 17, Kinspan Stadium 

21 aprile 2018: Ulster 36 Glasgow Warriors 15, Kingspan Stadium 

5 aprile 2019: Glasgow Warriors 30 Ulster 7, Scotstoun Stadium 

 

Note del match: 

Questa è la settima semifinale di Pro14 per i Glasgow Warriors degli ultimi otto anni; gli scozzesi hanno raggiunto la Finale due sole volte: nel 2014 e nel 2015 (qui il video di quella semifinale), qualificandosi grazie alle vittorie in casa contro Munster e Ulster rispettivamente. 

 

Glasgow ha vinto gli ultimi otto incontri di Pro14, dopo la sconfitta di gennaio per mano della Benetton Rugby.

 

L’unica sconfitta dei Warriors allo Scotstoun Stadium, dall’ultima semifinale della scorsa stagione, è il match del 29 dicembre contro Edimburgo. 

 

Ulster giocherà per la prima volta in semifinale al Pro14 dal 2016, mentre l’unica volta che ha raggiunto la Finale risale al 2013 quando ha sconfitto gli Scarlets a Belfast. 

 

Ulster è stato sconfitto solo una volta nel Pro14 dal round13: 30-7 da Glasgow proprio allo Scotstoun, il 5 aprile. 

 

Ulster è uscito vincitore da tre delle sue ultime cinque visite in Scozia. 

 

La vittoria in casa di Glasgow contro Ulster, nel round19, ha messo fine ad una striscia negativa di 3 sconfitte consecutive contro la squadra di Belfast. 

 

Ulster ha vinto solo una volta allo Scotstoun nel Pro14: 22-17 nel settembre del 2016. 

 

 

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.