World Rugby: “Lo sviluppo del rugby femminile è la più grande opportunità di crescita per il nostro sport"

21/5/2019

 

 

Il presidente di World Rugby, Bill Beaumont, crede fermamente che il rugby femminile sia la chiave per la crescita e la massima diffusione di questo sport. 

 

Al Concilio di World Rugby tenutosi a Dublino lo scorso mercoledì, Beaumont ha lanciato una nuova campagna di brand identity dedicata proprio alle donne, la “Try and Stop Us”, mirata all’aumento della partecipazione e del coinvolgimento tra i fans, pubblico, giocatori e investitori, nella categoria del rugby femminile. 

 

“Crediamo fermamente che lo sviluppo del rugby femminile sia la più grande opportunità che abbiamo per far crescere esponenzialmente il nostro sport entro la prossima decade” ha dichiarato Beaumont. 

 

“Dal livello più alto di questo sport fino alle categorie amatoriali, lavoriamo costantemente affinché prenda vita la nostra visione di un gioco più equo, in cui le donne abbiano le stesse opportunità degli uomini sia dentro che fuori dal campo”. 

 

Per enfatizzare il concetto di “inarrestabile”, che è il vero cuore della nuova global campaign e che si riallaccia al più noto “Rugby Builds Character”, World Rugby ha utilizzato le stimolanti storie di 15 giocatrici di rugby, donne e ragazze impegnate in tutti i livelli di gioco e provenienti da tutto il mondo. 

 

Queste donne e ragazze hanno superato grandi ostacoli per praticare il rugby e oggi vogliono dimostrare come questo sport abbia forgiato i loro caratteri fino a portarle dove sono oggi, sia dentro che fuori dal campo. 

 

Secondo World Rugby, il rugby femminile, attualmente e sorprendentemente in forte crescita e diffusione in tutto il mondo, rientra nella lista dei più grandi successi sportivi. 

 

Il livello di partecipazione è il più alto in assoluto con 2.7 milioni di giocatrici al mondo -quindi più di un quarto della popolazione dei giocatori globale- e un 28% di incremento di iscritte dal 2017. 

 

Per il secondo anno consecutivo, più ragazze che ragazzi hanno cominciato a giocare a rugby e su 400 milioni di fans in tutto il mondo più della metà sono donne. 

 

“Vogliamo dire a tutte le donne nel mondo che giocare a rugby ha il poter di renderti inarrestabile”. 

 

World Rugby è una delle organizzazioni sportive più inclusive, con un concilio di cui fanno parte 17 donne  -la presenza femminile più alta mai registrata in un concilio- in seguito alla riforma governativa introdotta nel 2017.  

 

 

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.