Zebre vs Benetton: termina 24-24 la seconda amichevole pre-campionato

21/9/2019


Dopo aver aperto la loro stagione agonistica venerdì scorso a Treviso, le due franchigie italiane Benetton Rugby e Zebre Rugby si sono affrontate di nuovo al Lanfranchi per la gara amichevole di ritorno, ad una settimana esatta dal loro debutto nel Guinness Pro14 2019/2020.


Rispetto al XV titolare a Monigo, coach Bradley ha confermato la linea dei trequarti, pur invertendo le posizioni dei due registi Brummer e Biondelli, rivoluzionato la prima linea, schierato il neoacquisto Kearney in seconda linea al posto di Krumov e fatto sedere in panchina il numero 9 Casilio, preferendogli il neozelandese Renton.

 

 

 

Cronaca

Le Zebre aprono gli 80’ col drop di inizio gara di Brummer.

Nei primi 7’ della partita è il XV di coach Bradley a fare la voce grossa: una giocata in loop con Lucchin e Biondelli frutterà ai multicolor una mischia nei 10 metri.

 

Il Benetton tiene botta e libera al piede ma le Zebre risalgono il campo con degli ottimi spunti offensivi e ci riprovano da una touche sempre in zona rossa. Il secondo tentativo è quello buono e a 9’ è il tallonatore Masismo Ceciliani a marcare da una maul ben impostata sul lancio.

 

Al 14’ Vaccari rompe un placcaggio, ricicla per Biondelli che calcia nella profondità, ma il contrattacco dei leoni si spegnerà su un in-avanti ed è mischia, la seconda della gara sempre con introduzione multicolor.

 

Le Zebre provano a costruire nel gioco aperto, trovando anche una terza mischia a favore, ma nella ripresa dei giochi i trevigiani tornano padroni del possesso, beffando la retroguardia dei padroni di casa: Riera trova un break e serve l’assist per Tavuyara libero di andare a segno per il 5 a 5.

 

Nei minuti  centrali del primo tempo il Benetton alza il ritmo di gioco e, dopo un break di Tomas Baravalle, trova una touche a ridosso dei 22 delle Zebre. Barbini ruba il lancio in rimessa laterale e nello sviluppo dell’azione forzerà un calcio di punizione contro la franchigia federale. A farne le spese è il pilone Giosuè Zilocchi che va a sedersi nella panca dei puniti per 10’ per un placcaggio pericoloso.

 

I biancoverdi approfittano della superiorità e, dopo aver ripreso a giocare da mischia chiusa, vanno a marcare sotto i pali col capitano Alberto Sgarbi. Il piede di Keatley questa volta è preciso e il numero 10 allunga sul 5 a 12 per gli ospiti.

 

Trascorsi neanche 3’ a Sgarbi risponderà Halafihi che schiaccia alla bandierina, chiudendo in terza fase il contrattacco del Benetton dal drop di ripartenza. Keatley non converte e si resta sul 5 a 17.

 

Sul finale del primo tempo le Zebre provano a reagire con degli ottimi spunti individuali di Biondelli e Meyer, forzando due penalità e guadagnando una touche sui 10 metri a tempo scaduto. A tempo scaduto arriverà la meta per la gioia del Lanfranchi. A schiacciarla è ancora una volta il tallonatore Massimo Ceciliani. Biondelli non completa il gioco da 7 punti e le squadre rientrano negli spogliatoi su un equilibrato 10 a 17.

 

 

Girandola di cambi a inizio ripresa che premia gli ospiti, aggressivi e costantemente nei 22 offensivi. Al 5’ la carica di Pettinelli è vincente e il Benetton incamera ulteriori 5 punti. Da posizione centrale Keatley non può sbagliare e fissa lo score sul 10 a 24.

 

Ulteriori rinforzi dalla panchina arrivano prima del 50’ da entrambe e parti. Squadre che si rivoluzionano ma trend della partita che non cambia e che vede ancora i leoni padroni del possesso e del territorio.

 

Le Zebre si affacciano nei 22 avversari solamente al 53’, forzando un cartellino giallo ai danni di Cannone, tardivo a rotolare dalla ruck. Il XV multicolor sceglie mischia e al 56’ va a segno in seconda fase con Tauyavuca. Walker trasforma e accorcia lo score sul 17 a 24.

 

Partita che sale di colpi nei minuti centrali del secondo tempo anche grazie alle molte forze fresche in campo.

 

Negli ultimi 10’ sale il coro del Lanfranchi e cresce l’intensità offensiva delle Zebre che risalgono il campo a suon di cariche e buone linee di corsa.

 

Al 75’ ci provano i padroni di casa da touche ma la difesa del Benetton fa buona guardia e, dopo aver forzato un turnover, libera al piede.

 

Le Zebre si riportano nei 10 metri rivali e danno avvio ad un lungo multifase che li porterà a tempo scaduto oltre la linea di meta. Cioffi centra i pali fissando il punteggio finale sul 24 a 24.

 

 

Parma (Italia) – 20 settembre 2019
Amichevole

Zebre Rugby Club Vs Benetton Rugby  24-24 (p.t. 10-17)

 

Marcatori: 9’ Ceciliani (5-0), 15’ Tavuyara (5-5), 27’ Sgarbi tr Keatley (5-12), 29’ Halafihi (5-17), 40’ Ceciliani; s.t. 45’ Pettinelli tr Keatley (10-24), 55’ Tauyavuca tr Walker (17-24), 40’ Tauyavuca tr Cioffi (24-24)

 

Zebre Rugby Club: Brummer, Walker (57’ Balekana), Vaccari (46’ Mori), Lucchin (66’ Venditti), Elliott (57’ Bruno), Biondelli (44’ Cioffi), Renton, Licata (66’ Bianchi), Meyer, Bianchi (46’ Biagi), Nagle (cap) (40’ Ortis), Kearney (40’ Tauyavuca), Zilocchi (46’ Bello), Ceciliani (40’ Manfredi), Rimpelli (46’ Tenga); All. Bradley

 

Benetton Rugby: Esposito, Tavuyara (57' Ioane), Riera (57' Sgarbi), Sgarbi (cap) (40' Zanon) (58' Riera), Ioane (40' Sarto), Keatley (58' Rizzi), Trussardi (45' Petrozzi), Halafihi (30' Pettinelli), Lazzaroni, Barbini (66' Makelara), Cannone, Snyman (42' Fuser), Alongi (27' Mancini Parri) (57' Appiah), Baravalle (40' Faiva), Borean (40' Appiah); All. Crowley

 

Arbitro: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby)
Assistenti: Clara Munarini (Federazione Italiana Rugby) e Lorenzo Imbriaco (Federazione Italiana Rugby)

 

Calciatori: Michelangelo Biondelli (Zebre Rugby Club) 0/2, Ian Keatley (Benetton Rugby) 2/4, Charlie Walker (Zebre Rugby Club) 1/1, Massimo Cioffi (Zebre Rugby Club) 1/1
Cartellini:  25’ giallo Giosuè Zilocchi (Zebre Rugby Club), 55’ giallo Nicolò Cannone (Benetton Rugby)

Note: Cielo sereno. Temperatura 15°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 1500

 

 

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.