Dieci cambi nel XV delle Zebre, in campo sabato al Lanfranchi contro i Cheetahs nel 10° turno di Pro14

3/1/2020

 

fonte@ZebreRugby

 

Rientrate a Parma da Treviso, le Zebre hanno aperto lunedì scorso il loro percorso di avvicinamento al 10° turno del Guinness PRO14.

 

L’incontro, in programma sabato 4 gennaio alle 16:00, vedrà il XV di Michael Bradley sfidare allo Stadio Lanfranchi i Sudafricani Cheetahs.

 

La gara sarà trasmessa in diretta televisiva e streaming su Dazn, ma sarà anche possibile seguire la cronaca testuale del match sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag di giornata #ZEBvCHE.

 

Proprio come nelle due stagioni precedenti, Zebre e Cheetahs trovano spazio nel Girone A del torneo ed occupano rispettivamente il 6° e 3° posto nel gruppo.

 

In qualità di rivali di Conference, entrambe le formazioni sono pertanto scese in campo in quattro occasioni sin qui, due nel 2018/2019 ed altrettante nel 2017/18, prima stagione assoluta disputata dalla squadra di Bloemfontein nel campionato celtico.

 

Ognuno dei precedenti ha visto i biancoarancio uscire vincitori contro la franchigia federale che il prossimo 25 aprile sarà attesa nuovamente al Toyota Stadium di Bloemfontein per la gara di ritorno stagionale.

 

Complessivamente, tutte e quattro le gare hanno regalato ai tifosi 37 mete schiacciate, di cui 13 dagli Italiani e 24 dai Sudafricani, per un totale di 102 punti segnati dai primi e 171 dai secondi, a testimonianza della spettacolarità del gioco espresso da entrambe le compagini.

 

Arrivati in Italia in due gruppi nelle giornate di martedì e mercoledì scorsi, i Cheetahs si presentano all’appuntamento di sabato dopo più di un mese di inattività e con due gare in meno giocate: i due derby con i Southern Kings in programma a cavallo tra i mesi di gennaio e febbraio.

 

L’ultima partita disputata dal XV del nuovo head coach Hawies Fourie risale infatti al 30 novembre 2019, data in cui i Sudafricani tornarono a sorridere sul prato del “The Gnoll” contro gli Opsreys, interrompendo la striscia di tre sconfitte consecutive giunte dopo il saluto alla panchina biancoarancio da parte di Franco Smith, neo ct ad interim della Nazionale Italiana.

 

Già capo allenatore del Benetton Rugby, lo stesso tecnico sudafricano ha ufficializzato lunedì scorso la rosa di 36 atleti della Nazionale Italiana convocati per il primo raduno di preparazione al Sei Nazioni 2020, in programma lunedì 6 gennaio al Pata Stadium di Calvisano.

Nel gruppo trovano spazio ben diciannove giocatori della franchigia federale, tra cui i tre esordienti Michelangelo Biondelli, Danilo Fischetti e Marco Manfredi, quest’ultimo alla prima chiamata con gli Azzurri.

 

Rispetto alla formazione scesa in campo al Monigo sabato scorso, sono dieci i cambi nel XV iniziale, cinque sulla trequarti ed altrettanti in mischia.

 

L’ala Azzurra Mattia Bellini è pronta a tornare in campo dopo l’infortunio e andrà a comporre il triangolo allargato in compagnia dell’estremo samoano Junior Laloifi e dell’Inglese Charlie Walker.

 

L’ex Azzurrino Enrico Lucchin ritrova la maglia n°12, mentre tornerà in campo dal 1’ anche il mediano di mischia neozelandese Joshua Renton.

 

Nel pack degli avanti si rivedono Jimmy Tuivaiti come flanker e l’Irlandese Ian Nagle nel reparto di seconda linea.

 

Rivoluzionata, infine, l’intera prima linea con i tre Azzurri Andrea Lovotti, Luca Bigi Giosué Zilocchi 

schierati come titolari.

 

A dirigere l’incontro sarà lo scozzese Sam Grove-White, alla sua 19° presenza in campionato celtico, la terza in una partita della franchigia federale. Dopo aver già arbitrato quest’anno il 5° turno del Guinness PRO14 tra Ulster e Zebre, il 27enne originario di Aberdeen sarà coadiuvato per l’occasione dalla connazionale HollieDavidson e dall’Italiano Gianluca Gnecchi.

Il TMO designato è invece lo scozzese Paul Larter.

 

La formazione dello Zebre Rugby Club che sabato 4 gennaio alle ore 16:00 scenderà in campo contro i Cheetahs allo Stadio Lanfranchi di Parma nel 10° turno di Guinness PRO14:

15 Junior Laloifi (4)

14 Charlie Walker (10)

13 Giulio Bisegni (94) (Cap)

12 Enrico Lucchin* (7)

11 Mattia Bellini (52)

10 Carlo Canna (88)

9 Joshua Renton (26)

8 Giovanni Licata* (34)

7 Johan Meyer (89)

6 Jimmy Tuivaiti (21)

5 Ian Nagle (8)

4 David Sisi (50)

3 Giosuè Zilocchi* (25)

2 Luca Bigi (6)

1 Andrea Lovotti* (92)

 

A disposizione:

16 Oliviero Fabiani (114)

17 Danilo Fischetti* (15)

18 Eduardo Bello (38)

19 Mick Kearney (10)

20 George Biagi (114)

21 Guglielmo Palazzani (132)

22 Maxime Mbandà* (48)

23 Edoardo Padovani* (81)

 

All. Michael Bradley

 

Non disponibili per infortunio: Paolo Buonfiglio*, Francois Brummer, Tommaso Castello, Gabriele Di Giulio*, Leonard Krumov*, Marco Manfredi

 

Squalificato: Renato Giammarioli*

 

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

 

Arbitro: Sam Grove-White (Scottish Rugby Union)

Assistenti: Gianluca Gnecchi (Federazione Italiana Rugby) e Hollie Davidson (Scottish Rugby Union)

TMO: Paul Larter (Scottish Rugby Union)

 

 

 

Please reload

Post recenti
Please reload

M.S.Network Sas Nona Strada 19a 35129 Padova -I-

+39 0498079914

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed e' aggiornato secondo la disponibilita' e la reperibilita' dei materiali. Pertanto non puo' essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Marchi e loghi sono dei rispettivi proprietari. I dati citati nel blog sono forniti come reperiti dalle rispettive fonti, ma non esenti da possibili errori di trascrizione. Qualunque azione presa dopo avere letto notizie riportate su questo blog non implica responsabilita' nei confronti degli autori del sito. Si consiglia quindi di verificare direttamente i dati nei siti di origine prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.